17 aprile 2014

La vera alternativa a XP? Linux! Ecco i programmi sostitutivi.

Uso Linux dal 1998 (Red Hat 5.1) e l'ho visto praticamente crescere. Lo installai su un disco di 1 GB su un Pentium 100. Sudai parecchio perché allora l'installazione non era così semplice come le distribuzioni di oggi, e d'altro canto non sono certo un programmatore, ma alla fine ci riuscii. Non c'erano né Gnome né KDE e sia la grafica che i programmi lasciavano molto a desiderare soprattuto se confrontati con quelli disponibili all'epoca su Windows. Ma mi affascinava molto il concetto di Libertà dietro questo sistema. E così fino al'anno scorso ho sempre avuto computer con doppio sistema operativo. Dopo aver verificato l'ormai raggiunta maturità di Linux anche nel campo del Video Editing ho fatto sloggiare Windows 7 dal mio HD e da più di un anno uso solo Linux.

Ma vediamo quali possono essere i programmi sostitutivi su Linux per chi proviene dal mondo Windows, vista la fine degli aggiornamenti per XP da parte della Microsoft che vorrebbe farvi acquistare dei nuovi PC, ma voi vi installate o fate installare dal solito amico "che ci capisce" Linux e il vostro computer tornerà nuova vita.

INTERNET (Alternative Internet Explorer e Windows Mail)
Se usavate già Mozilla Firefox o Chrome non avrete problemi, questi browser sono presenti anche su Linux (Chrome su Linux si chiama Chromium ma è identico). E no, Internet Explorer su Linux non c'è.

Ormai la maggior parte degli utenti legge le email dal browser o dal cellulare, ma se avete bisogno di un buon programma email (per lavorare è ancora indispensabile) consiglio Mozilla Thunderbird. Anzi se lo usavate anche su Windows, potete passare i dati su Linux semplicemente copiando la cartella profilo.

Per le video conferenze Skype c'è anche su Linux, o si possono usare le alternative web come Gmail.

UFFICIO (Alternativa a Microsoft Office)
Non c'è Microsoft Office su Linux, ma una validissima alternativa gratuita è Libre Office. Per utilizzi occasionali si possono usare anche le suite online Google Docs o Outlook (La versione online di Microsoft Office)

FOTO E VIDEO (Alternative a Photoshop e Movie Maker)
Gimp è un fantastico programma per la modifica delle foto con il quale potrete dar sfogo al vostro estro artistico. Forse non è al livello di Photoshop, non lo so, il programma della Adobe non l'ho mai usato, ma esistono moltissimi fotografi professionisti che si sono convertiti all'Open Source di Gimp.

Per la visualizzazione rapida e gestione delle foto ci sono moltissimi programmi, personalmente preferisco gThumb

Fino a pochi anni fa era difficile trovare un buon programma di editing video su Linux oggi ci sono almeno due valide alternative, Openshot, semplice da usare e funziona con molti formati video. Per lavori più professionali c'è Cinelerra, un po' difficile da usare ma è in grado di realizzare lavori fantastici.

Post in continua evoluzione...

04 aprile 2014

Il quadro di oggi: Jean-Baptiste Greuze - Indolenza



JEAN-BAPTISTE GREUZE (Tournus, 21 agosto 1725 – Parigi, 4 marzo 1805)

INDOLENZA (L'ITALIANA PIGRA)

Wadsworth Atheneum Museum of Art, Hartford, CT, USA

28 marzo 2014

Su Rodriguez e A proposito di Davis

A proposito di Davis è l'ultimo film dei fratelli Coen. La storia che narra è quella di un cantante folk che cerca di sfondare, ma varie vicissitudini lo porteranno a fallire. Ciò che è interessante nel film è la ricostruzione di quel mondo di locali pieni di fumo dove si esibivano cantanti spiantati che dormivano sui divani degli amici e saltavano spesso i pasti. Ogni tanto qualcuno di loro riusciva a incidere un disco, ma pochi erano quelli che sfondavano davvero e vendevano. Emblematica, a questo proposito, la scena in cui un discografico consegna al protagonista uno scatolone di dischi salvati dal macero. Nella casa dove va a dormire quella sera trova uno scatolone identico con i dischi incisi dal collega che gli ha prestato il divano.
Recentemente su Rai 5 è stato mandato in onda lo splendido documentario su Rodriguez Searching for Sugar Man, ora per chi non sa la storia ve la riassumo in breve, Rodriguez era un cantante folk americano, negli anno '60 frequentava quegli stessi locali fumosi descritti nel film dei fratelli Coen. All'inizio degli anni '70 riuscirà a incidere un paio di dischi che venderanno pochissimo e poi passa nel dimenticatoio, chissà se anche lui se ne è tornato a casa a casa con lo scatolone di dischi invenduti, tuttavia nell suo caso accade qualcosa di incredibile, in qualche modo quei dischi arrivano in Sud Africa dove hanno un successo incredibile, diventa a sua insaputa una grande star. Sopravvive facendo il muratore e lavori di fatica, finché due sui fan sudafricani non decidono di cercarlo. Lo trovano grazie a internet e nel 1998 farà una tourné trionfale in Sud Africa. Grazie al documentario premio oscar che narra questa vicenda diventerà famoso in tutto il mondo (si è recentemente esibito a Bologna e Milano con grande successo).
Questa storia mi fa chiedere, ma quanti dischi di grandissimo livello sono stati incisi in quel periodo negli Stati Uniti per poi passare nel dimenticatoio? Per non parlare di dischi jazz, blues, rock etc... Ci vorrebbe qualche filologo che abbia accesso agli archivi delle case discografiche e si metta a cercare dei capolavori nascosti. Oggi non ci sarebbe neanche più bisogno di inciderli, basterebbe metterli in vendita in formato digitale.